Giovedì 26 ottobre, alle ore 17, alla Biblioteca comunale Quarantotti Gambini (via delle Lodole 6 – San Giacomo), secondo incontro del ciclo “Raccontare l’Inquisizione”, promosso dalla biblioteca in collaborazione con le Cooperative CO.A.LA. e LA.SE e curato dallo storico Davide Alzetta. Tema della conferenza Delitti al femminile: Inquisizione e donne nel Friuli di età moderna. Streghe, eretiche, false sante e mistiche, ebree convertite, bigame, concubine… Sono tantissime le storie di donne custodite dalle carte del Sant’Ufficio di Aquileia e Concordia conservate negli Archivi storici dell’Arcidiocesi di Udine. Storie di repressione, certo, dove tutti i ceti sociali sono rappresentati, dalla gentildonna alla popolana, ma anche storie che documentano libertà disinvolte di comportamento, nella sfera sessuale ad esempio, e di movimento sul territorio. Ma per conoscere gli eretici (e le eretiche), come non si stancano di ripetere oggigiorno gli storici, è indispensabile prima conoscere gli inquisitori, che producono fonti e documenti sugli eretici (e sulle eretiche). Pertanto, l’immagine monolitica dell’Inquisizione, largamente filtrata e diffusa dai film e dalla letteratura, verrà preliminarmente restituita alle sue diverse realtà storiche, e del Sant’Ufficio di Aquileia e Concordia, uno dei tribunali locali o periferici della romana Congregazione della sacra e universale Inquisizione creata nel 1542, verrà sommariamente presentata l’attività processuale complessiva: numero degli imputati, condanne capitali e morti in carcere, tipi di procedura.
Ingresso libero senza prenotazione, fino a esaurimento posti.

Ricordiamo che nella sezione video della pagina Facebook della biblioteca è disponibile la registrazione della prima conferenza (Le Inquisizioni: fede e politica tra Medioevo ed età moderna)

Info:

Biblioteca comunale Quarantotti Gambini

tel. 0400649556

bibliocom@comune.trieste.it
https://www.facebook.com/bibliotecaquarantottigambini